80 lune – Hansel e Gretel a due voci

Quando: 22/11/2013 - 24/11/2013 ore 21:00 - 23:00

Dove: Libreria Radice-Labirinto


Hansel e Gretel

Venerdì 22, Sabato 23 e Domenica 24 Novembre – Progetto briciole-aspettando il Festival della Fiaba 2014
“Hansel e Gretel a due voci”

di e con Nicoletta Giberti e Angela Burico
Cura del suono: Alberto Nanni

Spettacolo teatrale a Radice-Labirinto, per adulti.
Ore 21, ingresso 15 euro, prenotazione obbligatoria.

Senza immagini di riferimento, senza attori che interpretano personaggi ma solo con il suono, prende forma la fiaba, per ognuno unica ed irripetibile.
Se le fiabe si raccontano prima di dormire e si ascoltano ad occhi chiusi, la scelta drammaturgia e scenica di Hänsel e Gretel a due voci ne è la messa in atto. La voce ripercorre le parole scritte, crea gli ambienti, suggerisce gli stati d’animo e dipinge un paesaggio sonoro che fa affiorare l’immagine dalla memoria, perché sia immaginario.
La performance è un concerto di voci, canti, rumori e parole per una delle più straordinarie fiabe riportare dai Grimm: Hänsel e Gretel… affamati, abbandonati, soli ed insieme, liberi e prigionieri, vittime e carnefici. Attraverso l’esegesi del testo originale, si sono affermati con forza i nodi fondamentali dell’intreccio: la fame… motore che spinge i fratelli ad inoltrarsi sempre più addentro nel bosco… l’incontro con la strega, figura esterna doppio della madre, che gli permette di conquistare la realtà del loro essere adulti, divisi uno dall’altra; non più un unico essere ma un maschile e un femminile distinti ed infine la catarsi, con l’uccisione della strega bruciata viva nel forno che segna la vittoria della vita, della purezza su ciò che è marcio ed impuro ma necessario. Un viaggio nel punto più buio dell’io per incarnare il seme della metamorfosi ed attuarlo.

“Le storie sono per chi le vuole ascoltare. E i più formidabili, i più voraci fruitori di storie sono i bambini: ancora troppo deboli per sostenere le prove della vita, i bimbi sentono il bisogno di una preparazione, un’iniziazione, un insegnamento; hanno bisogno di sentirsi raccontare la vita, di cui le migliaia di fiabe, presenti in ogni cultura, sono riccamente impregnate con connotati spesso fortemente adulti. Ma anche chi si ritiene già ‘adulto’, e ha ormai imparato a temere ed apprezzare la vita, può riconoscere in queste storie delle grandi verità, e anzi in maniera più matura comprenderne il profondo insegnamento.”
Maria Giulia Marini

A fine spettacolo verrà offerto un ricco buffet.
L’incontro fa parte del progetto 80 lune. Per saperne di più, clicca qui.

TwitterGoogle+LinkedInShare