Serate in libreria: le 80 lune

Come la luna da sempre nasce e muore nel cielo rigenerandosi continuamente, così ogni creatura sulla terra compie in segreto, dentro di sé, il ciclo della vita e della morte; ma come la luna obbedisce ad un disegno più grande, così anche gli esseri viventi si rinnovano ogni mese aggiungendo un tassello al cerchio della loro esistenza. Perché mai dunque dovremmo seguire il sole, che tu racconti rimanere fermo al centro del nostro universo, nel contare gli anni? Più giusto è contare le lune che nel loro continuo mutare ci ricordano quanto preziose siano le tappe del nostro cammino

Alessia Napolitano

Un lunedì al mese per ascoltare e incontrare scrittori, illustratori, librai, editori, traduttori, cantastorie e poeti.

Due stagioni all'anno, quella autunnale e quella primaverile, per dilatare lo sguardo e i pensieri sulla letteratura per l'infanzia italiana, sentendo dalla viva voce dei suoi più interessanti esponenti come nascono le storie, come si traducono, quali criticità emergono nell'editoria contemporanea, quali riflessioni coinvolgono oggi case editrici e lettori.

 

PROGRAMMA  D'AUTUNNO 2018

Lunedì 22 ottobre, ore 21 - Alla libreria Radice-Labirinto

L'arte del recupero - a cura di Carlo Nannetti e Francesca Crisafulli di "Mook"

Lunedì 22 ottobre si chiuderà nelle vetrine di Radice-Labirinto la bella mostra dedicata all'albo illustrato “Prima di me” con le parole di Luisa Mattia e le illustrazioni di Mook (Topipittori 2016). Per l'occasione Carlo Nannetti e Francesca Crisafulli, fondatori di Mook, condurranno una conferenza in cui affronteranno la delicata e poliforme “arte del recupero”. Il gesto di riciclare è diventato negli ultimi anni molto significativo non solo come buona pratica in ambito sociale e civico, ma anche come atto creativo volto a dare nuova vita agli oggetti di uso quotidiano dismessi o alle risultanze (o scarti) della natura. Una nuova vita che si colloca tra un prima e un dopo, tra una nascita e una morte solo apparente che nella circolarità del gesto di recuperare, dà voce ad una vera e propria arte. Come tutte gli sbocchi artistici però occorre saper distinguere tra le varie proposte quelle più rilevanti e significative e di certo “I Mook” sono tra le voci più importanti e seguite in ambito nazionale. Chiacchierare con loro, a partire dal libro “Prima di me”, offrirà spunti pratici e teorici non solo alle insegnanti, ma anche a tutti coloro che desiderano cimentarsi con la sorprendente “Arte del recupero”.

Biglietto di ingresso: 10 euro. Prenotazione obbligatoria scrivendo a info@radicelabirinto.it

Dal 9 settembre al 22 ottobre, in occasione della quinta edizione di "Disegnare una mappa", nelle vetrine di Radice-Labirinto sarà esposta la mostra dei Mook dal titolo "Prima di me". Per saperne di più leggi qui.

Vi ricordiamo che sempre lunedì 22 ottobre dalle 17 alle 18:30 a Radice-Labirinto si terrà, in via del tutto eccezionale, il laboratorio aperto a bambini e adulti “La stampa con materiali di recupero”. Per maggiori e per iscriversi leggete qui.

Carlo Nannetti e Francesca Crisafulli vivono e lavorano a Roma dove si sono diplomati, e oggi insegnano, presso l’Istituto Europeo di Design. La loro attività artistica spazia dalla scultura alla grafica d’arte, dall’illustrazione al design, fino alla realizzazione di laboratori per bambini sull’arte e il riciclaggio.
Mook crea e produce oggetti con materiali di recupero, pezzi unici che nascono dalla raccolta e dall’assemblaggio di materiale “scaricato dal tempo”.
Legni consumati dal mare, oggetti dimenticati dalla città, pezzi di vecchie porte o mobili e stoffe e parti metalliche di meccanismi che nessuno usava più, vengono ricomposti secondo le regole del riciclaggio artistico fino a realizzare sculture e oggetti d’uso.
Spesso definiti giocattoli per adulti, questi oggetti vogliono creare un rapporto emotivo con lo spettatore, ricco di rimandi all’universo infantile, alla dimensione del gioco e ad un presente letto in modo ironico e spiazzante. Il reale e l'immaginario, il presente e il passato si mescolano e si sovrappongono.


Lunedì 19 novembre, ore 21 - Alla libreria Radice-Labirinto

Venire alla luce - a cura di Vera Salton, libraia e antropologa.

Alla luce vengono idee, alla luce vengono gli argomenti tenuti in ombra, alla luce vengono gli ori degli alchimisti e i bambini. Il senso del portare alla luce nel libro si lega profondamente anche al guardare il bambino nella sua totalità, fin dalla nascita con il suo proseguire adolescente. Al nascere si presentano gli orizzonti, al nascere si legano le sperimentazioni vocali e i riti di passaggio, venire alla luce passa attraverso il riconoscimento dell’esistenza. Alla luce si portano le contraddizioni del mondo adulto, e il nostro andare nascendo, come diceva Maria Zambrano: un incontro per raccontare come l’uomo racconti le sue luci da millenni attraverso le storie.

Biglietto di ingresso: 10 euro. Prenotazione obbligatoria scrivendo a info@radicelabirinto.it

Vera Salton è libraia, antropologa e studiosa di letteratura e illustrazione per l'infanzia. E' fra i fondatori la Libreria dei ragazzi 'Il treno di Bogotà' di Vittorio Veneto, Premio Andersen 2008. Si occupa da tempo del progetto editoriale a essa collegato, "Pagine randagie", e cura laboratori in scuole e asili, per adolescenti e giovani adulti. Relatrice in corsi di aggiornamento sui libri per ragazzi, la storia dell'illustrazione e il piacere della lettura, dal 2001 collabora con la rivista "Andersen, il mondo dell'infanzia" ed è consulente per le narrazioni sul fine vita da sei anni per Advar Rimanere Insieme.