Chi siamo


Dario

La radice

Conosce a memoria tutti i libri sullo scaffale, li ha scelti uno per uno. In libreria lo trovate sempre, pronto ad ascoltarvi e consigliarvi.
Non vede l'ora di leggervi un libro e se vorrete seguirlo pagina dopo pagina, sentirete un filo di emozione nella sua bella voce.
Nonostante la barba ha un ottimo rapporto con i bambini più piccoli.
Stila preziose bibliografie e farà di tutto per procurarvi un libro nel più breve tempo possibile.
Si occupa di tutta la parte amministrativa della libreria e senza di lui Radice-Labirinto non sarebbe così efficiente e così ben organizzata.
E' paziente e accogliente e all'occorrenza cerca di trovare una soluzione anche alle vostre richieste più insolite.

Alessia

Il labirinto

E' una libraia formatrice che conduce seminari e formazioni. Con la sua valigia macina chilometri su chilometri per raggiungere le scuole dell'Emilia Romagna, del Veneto e della Lombardia.
Desidera accendere un pensiero intorno ai libri e vivificare il senso critico del lettore. Per questo scrive da mattina a sera: articoli per il suo blog, per quello della libreria, i consigli di lettura, le lettere del Cestino di Mirtillo, i testi della newsletter.
Tra gli scaffali della libreria ama consigliare i libri che predilige, ascoltando i suoi lettori e guidandoli su strade inconsuete e poco tracciate. E' una cantastorie. I suoi studi sulle fiabe l'hanno riportata alla quiete del focolare e ad una narrazione autentica.

La libreria Radice-Labirinto

Vorrei che la linfa della foresta attraversasse la città
e riportasse la vita tra le sue pietre. Vorrei che in mezzo
alla foresta si potesse andare e venire e incontrarsi e stare insieme come in una città.

Da “La foresta radice-labirinto” di Italo Calvino

Radice-Labirinto nasce a Carpi il 16 marzo del 2013 e dedica a Italo Calvino il suo nome,

Se nella frase tratta dalla fiaba di Calvino sostituissimo la parola “foresta” con la parola “libreria” racchiuderemmo in poche righe il pensiero che anima la nostra piccola bottega:

un luogo nel quale dialogare intorno ai libri e dove  ascoltare l’incanto di una voce che narra una fiaba; un luogo dove intrecciare relazioni e dove scambiarsi pensieri; un luogo in cui riscoprire le storie e in cui ravvivare la fiamma dell’immaginazione.

Due simboli antichi sono contenuti nel nome “Radice-Labirinto”, due immagini che trasmettono l’idea di nutrimento e di scoperta, di casa e di gioco.

Ispirandosi alla foresta di Italo Calvino la libreria in Corso Roma 38 a Carpi è stata pensata come un bosco sotto i cui rami i migliori libri per bambini e ragazzi riposano come frutti in attesa di essere colti e donati, e dove il lettore può trovare un accogliente focolare per raccontare e ascoltare fiabe.

La scelta a scaffale della libreria è orientata da un'attenzione all'infanzia e all'adolescenza: leggere per i librai di Radice-Labirinto significa prima di tutto riavvicinare i bambini, i ragazzi e gli adulti alla bellezza delle storie.

Con la propria selezione la libreria desidera AMPLIARE LA SCELTA DEL LETTORE, costruendo all'occorrenza bibliografie inconsuete ed interessanti.

Formazioni, serate in libreria, attenzione alla qualità della parola scritta, l'esercizio del racconto orale, le fiabe in cd, il cestino di Mirtillo, il blog di Alessia Napolitano, i consigli di lettura... Tutto questo concorre a delineare Radice-Labirinto come un luogo dove coltivare il senso critico del lettore incoraggiandolo a individuare e scegliere i buoni libri dell'editoria contemporanea per bambini e ragazzi.

 

Le speciali iniziative di Radice-Labirinto:

 

Il focolare delle fiabe – le fiabe narrate in libreria

Nella libreria Radice-Labirinto c'è un focolare, un luogo suggestivo nel quale, tre volte al mese, la libraia Alessia narra le fiabe a memoria come una volta.C’è stato un tempo in cui narrare era un gesto quotidiano e in cui le fiabe rotolavano come biglie dorate di bocca in bocca.
Nel bosco si nasconde un patrimonio collettivo di saperi e competenze che ha trovato nel racconto orale il modo più semplice ed efficace di tramandarsi.
La fiaba è per il bambino una miniera di tesori, un luogo fertile in cui seminare le esigenze della propria immaginazione.

Gli appuntamenti del prossimo autunno saranno disponibili all'inizio di settembre 2018.

 

Le 80LUNE – serate di formazione dedicate al pubblico adulto

Un lunedì al mese per ascoltare e incontrare scrittori, illustratori, librai, editori, traduttori, cantastorie e poeti.
Due stagioni all'anno, quella autunnale e quella primaverile, per dilatare lo sguardo e i pensieri sulla letteratura per l'infanzia italiana, sentendo dalla viva voce dei suoi più interessanti esponenti come nascono le storie, come si traducono, quali criticità emergono nell'editoria contemporanea, quali riflessioni coinvolgono oggi case editrici e lettori.

Il programma per l'autunno e l'inverno 2018/2019 è in costruzione.

 

Il cestino di Mirtillo – una sorpresa speciale ogni mese a casa tua

Abbiamo ideato “Il cestino di Mirtillo” per portare il nostro modo di intendere i libri e l'infanzia in tutta Italia.

Consiste in diversi pacchetti (cestini) di abbonamento che recapitano una volta al mese a casa tua un libro scelto apposta dai librai di Radice-Labirinto per il tuo bambino.

Il libro è accompagnato da una lettera personalizzata che recensisce il libro selezionato apposta per te e che contiene anche le storie di Mirtillo, il nostro speciale messaggero.

Se vuoi saperne di più clicca qui.

Disegnare una mappa – tre giorni a inizio ottobre di approfondimento e di studio sulla letteratura per l'infanzia.

Tre giornate di incontri e formazione per tracciare un percorso nel vasto mondo dei libri per bambini e ragazzi. Incontri con docenti e ricercatori in letteratura per l’infanzia e laboratori di scrittura.

Il campo precipuo di ricerca dell'iniziativa “Disegnare una mappa” è la parola letteraria affinché essa non sia patrimonio di pochi né lontana dai bambini in età prescolare; la parola orienta e costruisce il pensiero fin dalla più tenera età , culla e incanta educando l’orecchio alla musicalità e alla bellezza della propria lingua madre, mentre con leggerezza e sapienza ci conduce verso noi stessi e verso gli altri. Che sia segno o simbolo, suono o immagine, la parola diventa l’espressione primaria dello spirito umano, vocalizzo che nomina il mondo e al contempo lo trasforma.

Un programma piccolo ma molto curato, per tornare a riflettere sulle parole capaci di disegnare mappe e mondi nella buona letteratura per bambini e ragazzi.

Il programma di “Disegnare una mappa 2018” è in costruzione

 

Semi e parole – tre giorni a fine maggio dedicati alla poesia per bambini e ragazzi.

Tre giornate di incontri e formazioni per scoprire la poesia nella letteratura per l'infanzia.

La poesia per un bambino è ovunque, la trova senza riconoscerla nei piccoli incanti di ogni giorno, nella luce che illumina la stanza, nella felicità di un pomeriggio d'estate. “La poesia è un dono fatto agli attenti” scriveva Paul Celane.

“Semi e parole” desidera tradurre questa inconsapevole familiarità che i bambini hanno con la poesia in tre giornate dedicate agli adulti, i primi a cui spesso la poesia risulta ostica e lontana, perché, una volta incontrata, la scrittura poetica resta a lungo nella propria vita.

 

Galleria fotografica