Consigli di lettura

In spiaggia – Albo illustrato

Pubblicato il

L’infanzia è piena di meravigliose ovvietà: fare una buca e trovare tra la sabbia un tappo o la carta di un gelato, andare a comprarsi le patatine da soli al bar, raccogliere conchiglie, distruggere una scultura di sabbia…Piccole cose davvero, eppure la migliore letteratura per bambini parla proprio di questo.

Consigli di lettura

Ah!Ernesto – Albo narrativo

Pubblicato il

Il racconto narra la storia di un bambino, Ernesto appunto,che dopo il primo giorno di scuola decide che non vi andrà mai più perché lì gli viene insegnato solo quello che non sa. Avete letto bene: quello che non sa. Per il lettore – specialmente per il lettore adulto, e probabilmente anche per il lettore bambino – tutto ciò è sconvolgente.

Consigli di lettura

Il giardino di Mezzanotte – Narrativa

Pubblicato il

Tom viene mandato in quarantena dagli zii e già sa che si annoierà a morte, o almeno così crede… ma nell’atrio d’ingresso della nuova casa c’è un antico orologio a pendolo che non batte mai le ore giuste e, in particolare, a mezzanotte manda tredici rintocchi anziché dodici.

Consigli di lettura

Ti cerco, ti trovo – Albo illustrato

Pubblicato il

Il gioco del nascondino è un gioco antico, forse il gioco simbolico più antico di tutti, quasi un rito iniziatico. C’è una preda, c’è un cacciatore e c’è una tana, quella che ti salva e ti libera, e quella dove ti nascondi, ma che non ti può tenere al sicuro per sempre.

Consigli di lettura

Poemario di campo – Poesia

Pubblicato il

Saranno queste minuscole epifanie a rendervi felici nel vostro fazzoletto di giardino, lungo la strada che porta al lavoro e che costeggia un fosso o un guardrail , là dove l’incuria dell’uomo ha lasciato spazio alle erbe vagabonde, che come la poesia, ci ricordano che il nostro ecosistema, esteriore o interiore, è più ricco di quanto pensiamo.

Consigli di lettura

Il libro della polvere – La belle sauvage – Narrativa

Pubblicato il

Ma per quanto parallela sia questa realtà, è indubbio che ogni pietra, ogni pietanza, ogni stanza, nella scrittura di Pullman diventino immediatamente tangibili; che ogni persona che Malcom incontra diventi subito consonante anche con il lettore; e che ogni sentimento – sia esso di amore, di disperazione o di disgusto – batta all’unisono nel nostro cuore.